Vai al contenuto

Recuperiamo tempo e spazi

Parlare di recupero dei luoghi, in un tempo in cui siamo costretti a stare a casa, può sembrare un paradosso. Ma non lo è.


Quando tutta questa situazione sarà finita la nostra esigenza primaria sarà proprio quella di recuperare, il tempo perso, il lavoro, la vita sociale e molti schemi saranno saltati.
Allora non basterà più attaccarci al presente, ad una routine che non ci sarà più, e sarà difficile passare indifferenti e con passo rapido davanti ai luoghi che ci ricordano il passato.


Avremo bisogno della storia, infatti, delle sue radici solide, per far attecchire un futuro che non dimentica quello che già stiamo recuperando, ognuno a casa sua, in questo momento: noi stessi.
Non c'è mai stato momento migliore, da che abbia memoria, per parlare di recupero.


In questo video si racconta un cinema, nell'anno in cui Rimini voleva celebrare Fellini, oscurato da un personaggio più piccolo e più famoso di lui.
Ma Rimini non dimentica il suo passato e nemmeno Fellini, che sarà sempre lì a ricordarci, con le sue opere, che la realtà, quella vera, profonda e autentica, inizia con il realizzare i nostri sogni. Torna alla Home