Vai al contenuto

la mia idea di Frequenza

Durante il mio percorso di ricerca ho osservato soprattutto come comunicano le piante tra di loro. Non da un punto di vista biologico, bensì partendo dall'idea che le tecniche di comunicazione di questi esseri viventi siano davvero geniali, preziose e, non ultimo, emozionanti.

Proprio così! Quando gli esseri umani decidono di copiare le loro dinamiche comunicative, si trovano necessariamente a comunicare attraverso le emozioni.

In altre parole le scelte che siamo portati a compiere avvengono seguendo un percorso abbastanza chiaro:

Le intuizioni e le emozioni nascono nella pancia.

Queste vengono subito mediate dal cuore, che si trova, anche fisicamente, tra due teste: la pancia e il cervello.

Il cuore quindi interpreta le intuizioni della pancia e le trasforma in sensazioni, grazie all'intelligenza emotiva, cioè ai ricordi emotivi delle nostre esperienze passate. 

Infine il cervello elabora tutte queste informazioni e ne trae la soluzione razionale, a cui fa seguito l'azione pratica e concreta da realizzare.

Per Frequenza intendo semplicemente un'emozione che nasce dentro di noi e che assecondiamo ed evolviamo in maniera genuina. Una pratica apparentemente facile, ma di cui abbiamo perso l'abitudine.

A ben vedere possiamo essere speciali semplicemente raccontando la voglia di essere noi stessi.  

Questo nuovo approccio ci permette di comunicare in sintonia con le nostre emozioni. 

La Frequenza è ciò che viene fuori dalla nostra coerenza tra riflessione e azione, tra quello che voliamo ottenere e l'atteggiamento che mettiamo in pratica per raggiungerlo. 

Contattami